Diablo III: Eternal Collection – Breview

Diablo III arriva felicemente su Nintendo Switch con tutta la sua carica di azione hack ‘n’ slash che ha contraddistinto la versione PC prima e quella PlayStation e Xbox poi. Si tratta di un porting diretto di quest’ultima, con tutto quello che ne consegue per ciò che riguarda l’interfaccia e il comodo sistema di controllo (si gioca più che bene anche senza mouse e tastiera… l’avreste mai detto?). Dal punto di vista tecnico c’è di che gioire: soprattutto in versione portatile, il titolo di Blizzard è un bel vedere, e anche su TV sa il fatto suo, nonostante l’immagine appaia un po’ meno definita. In entrambi i casi si viaggia serenamente a 60 fps granitici, il che è davvero un bel risultato, specie se si pensa alla piattaforma su cui il gioco gira. Peccato per la microscopicità di alcuni elementi dell’HUD che costringono ad aguzzare la vista in modalità handheld, e per un prezzo (59,99 euro) non proprio accattivante, se consideriamo che si tratta del porting di un titolo con qualche anno sulle spalle. Se non ci avete mai giocato, allora prendete in seria considerazione l’acquisto di Diablo III su Switch; in caso contrario, al primo sconto di un certo peso potrebbe valere comunque la pena farlo vostro, perché spappolare mostri seduti sul trono o in metropolitana è davvero un bel godimento.